domenica 16 ottobre 2011

A METELLA (La venditora di spille)

Ho conosciuto una donna propio bella
come il suo vestito arancione
pensate, il suo nome é Metella
ed é del segno dello scorpione.

(Io sono bilancia e d'ascendente cancro
quello suo non lo so, é misto, forse...
Andremo bene insieme..., chissá un giorno...
I miei sogni, perché non si avverano mai?...).

É una donna stupenda di animo
l'ho conosciuta in un momento drammatico
e pensate, l'ho conosciuta che vendeva
e cosí sono andato a procurarle uno scatolone.

...Non l'ho trovato, ma ho trovato un armadio
me lo sono incollato sulla spalla
e gliel'ho portato cantando come un facchino
abituato a caricare e scaricare pacchi...

É rimasta molto contenta (lo speravo!).
Le ho acceso una candelina
affinché si vedesse il suo viso arancione
dietro la valigetta di spilline.

É una musica veder ascoltare il suo volto
que sono seduto dall'altra parte: la vedo di fronte.
Anche se mi ha parlato poco, io la conosco:
l'ho vista in quegli occhi gioiosi, é un incanto!


VII-VI-MCMLXXIX ROMA -ITALY-


Safe Creative #1109290034302 Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.
Posta un commento