lunedì 13 agosto 2012

MANDAMI AFFANCULO, AMORE!

Dai, sú
mandami affanculo, tu.
Perché mi tieni cosí?
Sempre in attesa di te...

Se non ti servo
se non mi scrivi
se non mi pensi...

Mandami affanculo, dai!
Basta solo una parola tua
anche scritta
per sentirmi libero di te.

Libero di questo amore
ché mi distrugge
ignorandomi...

Ti prego
fammi un vaffanculo
grande, in maiuscolo
lo desidero profondamente da te.

Per lasciarti perdere
per mai piú ritrovarti
per perdermi...

Mandami il tuo vaffanculo, amore!
Per favore
scrivilo
per te é facile, dai!

Non voglio pensarti piú...
É solo una parola:
lasciami libero come lo sei tu.

Ti prego, scrivi
il tuo vaffanculo qui per me!
Te ne saró grato
e soffriró meno...

Ti prego, amore
fammi felice come te!
Non voglio piú ricordarti...

Mi hai detto
che ti hanno detto
(e che ne sanno, loro?)
che giá non sei quella di una volta...

Ché sei cambiata
e, allora, ché ti costa
mandarmi affanculo?

Vuoi che ti ci mandi io?
Io non posso, non sono cambiato
sono lo stesso
e, sempre t'ho amato.

Tu, giá no
allora, dai:
mandami affanculo tu!


X-VIII-MMXII ROSETO DEGLI ABRUZZI (TERAMO) -ITALY-




Safe Creative #1109290034302 Licencia de Creative Commons
Poetapazzo by Angelo Apolito, Poetapazzo is licensed under a Creative Commons Reconocimiento-NoComercial-SinObraDerivada 3.0 Unported License.
Creado a partir de la obra en pazzopoeta.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.safecreative.org/user/1009040237802.
Posta un commento