mercoledì 5 ottobre 2011

FANTASTICANDO CON LA SEDUTA DI FRONTE A ME

Fantastico su te, o, creatura celeste
che siedi nei gradini davanti a me
con la luce viola sui tuoi capelli
sei fantastica, sei come piace a me.

Io peró sento che non ho il diritto
d'accarezzarti piano la tua schiena nuda.
Come un fiore, odorerei il tuo profumo
oh, dolce viso di sogni regalati al vento.

T'arrufferei il liscio dei tuoi capelli
e poi, ci soffierei e poi, li riprenderei.
Poi, ti leverei gli occhiali che hai sulla tua testa
per poter accoccolarti dove batte il cuore.

Ti penserei vicina, in quel momento
oh, sconosciuto amore che per te io provo
che senz'altro estranea sei al mio tormento
e il rimpianto gocciola rugiada al foglio.

Te ne sei andata ora, come sei venuta
dolci istanti a pensarti ho passato
se tu sapessi..., il mio canto d'aiuto
non credo accetteresti l'erba come letto!...


V-MCMLXXIX ROMA -ITALY-



Safe Creative #1109290034302 Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.
Posta un commento